Martedì, 06 Dicembre 2022

Editoriale

Morire sul lavoro deve far rumore

Di Sergio D’Angelo

Si parla ogni giorno di morti sul lavoro perché è una tragedia che scandisce macabramente la nostra quotidianità con una media di circa tre decessi al giorno, ma in realtà è come se non se ne parlasse mai. A meno che non siano vicende eclatanti, come quella della appena 21enne Luana D’Orazio, giovane mamma e operaia morta in una fabbrica di Prato giusto un anno fa, le notizie sono racchiuse in articoli di poche battute. Spesso, neanche il nome. Talvolta le iniziali, una data, un luogo, pochi e generici dettagli per un pezzo in taglio basso. Una colonnina in grassetto se tutto va bene. Come se morire sul lavoro fosse una morte per cause naturali.

Per la pace non c’è abbastanza volontà: le parole di Papa Francesco sono un manifesto politico

Di Sergio D’Angelo

Chissà se le sue previsioni si riveleranno azzeccate, e quindi Putin rifiuterà l’incontro, ma Papa Francesco vuole andare a Mosca. «A Kiev per ora non vado. – Ha spiegato nell’intervista rilasciata al direttore del Corriere, Luciano Fontana – Io prima devo andare a Mosca, prima devo incontrare Putin».

Narcotizzati dalla guerra, quando dovremmo mobilitarci per la pace

Di Sergio D’Angelo

Quando il mio edicolante di fiducia, porgendomi la mazzetta di quotidiani, mi chiede cosa ne penso dell’inasprimento della guerra in Ucraina cerco di scegliere le parole con la massima attenzione. Non amo il linguaggio sopra le righe e i toni aggressivi, tuttavia la mia risposta svela al netto dell’accortezza una preoccupazione che si trasmette istantaneamente sul volto del mio interlocutore.

Emeroteca Tucci: l’impegno per salvarla

Di Sergio D’Angelo

È un gioiello nascosto alla città l’Emeroteca Tucci, che sopravvive grazie all’impegno del suo presidente Salvatore Maffei, decano dei giornalisti napoletani impegnato a combattere - a 94 anni –  per salvare un patrimonio inestimabile. L’Emeroteca, infatti, possiede 350 mila volumi di quotidiani e riviste italiani e stranieri dal 1600 a oggi, e nella sezione dedicata alla biblioteca  conta cinquantaduemila libri dal 1400 a oggi, che ricercatori e storici (soprattutto americani, tedeschi, giapponesi e francesi) consultano per i loro studi.

Cinema e Tv: uno spot per Napoli, la politica si adegui

di Sergio D’Angelo

Non ha solo il pregio della fotografia descrittiva, il bell’articolo di Luciano Stella su Repubblica Napoli di oggi, ma anche una visione. Napoli capitale del cinema non in contrapposizione o come riproduzione in scala della Cinecittà romana, ma un’altra cosa con una sua identità autonoma come quella di New York, culla del cinema alternativo, in contrasto con le produzioni mainstream di Hollywood.

Image

CHI SIAMO


Napoliclick è il portale cittadino di notizie e opportunità promosso dal gruppo di imprese sociali Gesco. Napoliclick seleziona e approfondisce opportunità ed eventi con un approccio critico, attento alla sostenibilità economica, al rispetto per l’ambiente, al consumo responsabile e solidale, al benessere, alla salute, alla buona cucina..
DOVE SIAMO

Sede centrale:
Presso Gesco - Gruppo di Imprese Sociali
Via Vicinale S. Maria del Pianto, 36 complesso polifunzionale Inail
Torre 1, 9° piano - 80143 Napoli
ISCRIZIONE NEWSLETTER

Abilita il javascript per inviare questo modulo