Lunedì, 23 Maggio 2022

Retinopatia diabetica: visite gratuite al Cardarelli

La campagna nazionale di screening sulla retinopatia diabetica “Apri gli occhi sul diabete” fa tappa a Napoli presso l’ospedale Antonio Cardarelli.

Promossa da FAND/associazione Italiana Diabetici, “Apri gli occhi sul diabete” prevede visite oculistiche gratuite su prenotazione, sino ad esaurimento dei posti disponibili, nei centri ospedalieri aderenti dedicate ai pazienti diabetici che non si siano sottoposti a visite specialistiche oculistiche da tempo o ai pazienti che abbiano già ricevuto una diagnosi di retinopatia diabetica che necessitino di un controllo.

Le visite si svolgeranno sabato 9 aprile presso L’U.O.C. Oculistica dell’Azienda Ospedaliera di Rilievo Nazionale “Antonio Cardarelli” di Napoli diretta da Pasquale De Rosa esclusivamente su prenotazione contattando il numero 3457686815 dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 13.

La campagna ha lo scopo di aiutare chi soffre di questa patologia ad intraprendere il percorso di cura più adatto e di contribuire a diffondere importanti informazioni su questa patologia che colpisce circa il 30% dei pazienti diabetici ed è la prima causa di cecità negli adulti. È una complicazione del diabete che colpisce gli occhi, causata da un danno ai vasi sanguigni della retina che progredisce lentamente ma che, se trascurata, può progressivamente provocare danni irreversibili.

“Condividiamo lo spirito di questa importante campagna nella giusta consapevolezza che il diabete, purtroppo, non è solo quello che siamo abituati a vedere relativamente a glicemia e terapia - dice il presidente nazionale di FAND/associazione italiana diabetici, Emilio Augusto Benini - le complicanze, e la retinopatia diabetica è una delle più insidiose, fanno parte dell’evoluzione critica della malattia e coinvolgono ancora oggi migliaia di persone affette da diabete sia di tipo 1 che di tipo 2. Proprio per questo la FAND è in prima linea con tutti coloro che agiscono attivamente per contrastare l’evoluzione e si adoperano per far emergere il problema e poterlo curare nel più breve tempo possibile”.        

“L’edema maculare rappresenta la principale causa di cecità nei pazienti affetti da retinopatia diabetica di età compresa tra i 33 ed i 60 anni. La prevalenza va dallo 0% al 3% in pazienti con recente diagnosi di diabete fino al 29% in pazienti diabetici da almeno 20 anni. Un’altra causa di cecità è la retinopatia diabetica proliferante che può essere complicata dal distacco di retina – afferma il dottor Vincenzo De Angelis, U.O.C. Oculistica dell’Ospedale Antonio Cardarelli  –  Si è visto che nel 2013 nel mondo soffrivano 382 milioni di persona e si stima che nel 2035 ne saranno 592 milioni con un incremento pari al 55%.La Retinopatia diabetica deve essere considerata una malattia sociale con gravi ripercussioni sulla vita di relazione ed economiche ecco perché sono da lodare iniziative come queste che non solo permettono di evidenziare nuovi casi, ma di evidenziare come sia importante la prevenzione”.

Al fine di tutelare la salute dei pazienti e del personale medico delle strutture ospedaliere, tutte le visite saranno effettuate in totale sicurezza, in ottemperanza alle misure di prevenzione igienico-sanitarie legate all’emergenza Covid-19.

La campagna “Apri gli occhi sul diabete” è promossa da FAND e realizzata grazie al contributo incondizionato di Allergan, un’azienda del gruppo AbbVie.

Per ulteriori informazioni: www.aprigliocchisuldiabete.it

Author: Redazione

Pin It
Image

CHI SIAMO


Napoliclick è il portale cittadino di notizie e opportunità promosso dal gruppo di imprese sociali Gesco. Napoliclick seleziona e approfondisce opportunità ed eventi con un approccio critico, attento alla sostenibilità economica, al rispetto per l’ambiente, al consumo responsabile e solidale, al benessere, alla salute, alla buona cucina..
DOVE SIAMO

Sede centrale:
Presso Gesco - Gruppo di Imprese Sociali
Via Vicinale S. Maria del Pianto, 36 complesso polifunzionale Inail
Torre 1, 9° piano - 80143 Napoli
ISCRIZIONE NEWSLETTER

Abilita il javascript per inviare questo modulo