Martedì, 06 Dicembre 2022

Il potere curativo della musica: un viaggio nella storia con Renato De Michele

Un viaggio nella musicoterapia dalla preistoria, con gli sciamani, al presente, passando per la cultura greca e per quella egizia, con una proiezione verso il domani. A compierlo è Renato De Michele nel suo ultimo libro “Cosa è stato e cosa sarà della musicoterapia? Storia, evoluzione e nuove prospettive” di Gesualdo Edizioni.

È il primo volume che ricostruisce in modo chiaro e minuzioso la storia di questa disciplina, che attualmente in Italia non gode di un riconoscimento giuridico, nonostante i benefici apportati in diversi campi.

“La musicoterapia – spiega l’autore - è ancora poco utilizzata per le sue potenzialità. Nel nostro Paese inoltre incontra un grande limite: è riconosciuta come titolo accademico, come titolo culturale, ma non come abilitante alla professione, a differenza di ciò che accade nella maggior parte dei Paesi europei”.

È un trattato unico nel suo genere, rivolto anche agli studiosi di storia della musica e di etnomusicologia, che offre l’approfondimento di una materia sempre più diffusa in ambienti medici, educativi e sociali.

Oltre la comunicazione verbale: il potere della musica

Oggi la musicoterapia viene utilizzata come tecnica di supporto in vari ambiti: dalla medicina alla riabilitazione, dalla cura dell’autismo alla prevenzione nelle scuole. “Laddove la comunicazione verbale fallisce – dice Renato De Michele - la musica diventa più immediata, soprattutto con l’utilizzo di strumenti musicali piccoli. Permette di stabilire subito una relazione, di interagire con l’altro, che sia un adulto oppure un bambino”.

Dalla salute mentale alle tossicodipendenze: un viaggio di benessere con la musica

Specializzato in salute mentale e tossicodipendenze, prima come volontario poi come professionista, Renato De Michele è un musicista nato. Con la sua chitarra e i suoi strumenti a corde ha suonato in vari complessi negli anni ’70, anche insieme a Beppe Vessicchio. Fra i suoi punti di riferimento c’è Gianluigi Di Franco, musicista che ha fondato il Centro Ricerche di Musicoterapia a Napoli, e la Confederazione italiana delle associazioni di musicoterapia.

E nella prefazione del suo libro, che è il quarto scritto da De Michele sulla musicoterapia, Paolo Alberto Caneva, ordinario di Musicoterapia al Conservatorio di Verona, sottolinea: “Testimone e attore dei molti movimenti italici - ma non solo - che hanno caratterizzato, e tutt’oggi contraddistinguono, la disciplina e le prassi della musicoterapia, Renato guida il lettore in un viaggio complesso dove le coordinate spaziali e temporali si intrecciano ricamando una mappa minuziosa, attenta al dettaglio e al contempo coraggiosa ed estesa. Quello che ti cattura e riesce a trasportarti nella trama tutt’altro che semplice è l’energia e l’autorevolezza di colui che ha vissuto gli eventi in prima persona. Se è vero che la storia è fatta dalle persone, Renato ha avuto la fortuna di incontrare e relazionarsi con quasi tutte le persone che vengono raccontate nelle pagine di questo volume a partire dal capitolo 4 in poi”.

A scuola di Musicoterapia

Attualmente Renato De Michele insegna al corso di musicoterapia della Domus Form, una scuola regionale a Volla, in provincia di Napoli. È un percorso di 800 ore, propedeutico ad una formazione completa di 1200 ore. Molti degli allievi provengono dai licei musicali e saranno impegnati in attività teoriche e pratiche fino a conseguire un attestato regionale dopo aver superato un esame finale.

“Qualcuno – conclude Caneva - potrebbe chiedersi: serve una storia della musicoterapia e qualora la risposta fosse affermativa a cosa e a chi serve? La mia risposta è sì, assolutamente sì: serve perché permette al professionista di sapere da dove arriva, allo studente di intravvedere più chiaramente dove andrà, al teorico quali sono gli aspetti che ancora restano da approfondire, al lettore comune di percepire lo spessore di questa parola oggi tanto usata in modo superficiale”.

Il potere curativo della musica un viaggio nella storia con Renato De Michele 1

Donatella Alonzi
Author: Donatella Alonzi
Giornalista professionista e videomaker. Animalista convinta, mamma di Lucia e di Bella, la sua buffa cagnolina.

Pin It
Image

CHI SIAMO


Napoliclick è il portale cittadino di notizie e opportunità promosso dal gruppo di imprese sociali Gesco. Napoliclick seleziona e approfondisce opportunità ed eventi con un approccio critico, attento alla sostenibilità economica, al rispetto per l’ambiente, al consumo responsabile e solidale, al benessere, alla salute, alla buona cucina..
DOVE SIAMO

Sede centrale:
Presso Gesco - Gruppo di Imprese Sociali
Via Vicinale S. Maria del Pianto, 36 complesso polifunzionale Inail
Torre 1, 9° piano - 80143 Napoli
ISCRIZIONE NEWSLETTER

Abilita il javascript per inviare questo modulo