Martedì, 06 Dicembre 2022

L’arte di Daniela Pergreffi per il Premio Lamberti 2022

Disegna, dipinge e realizza illustrazioni, incisioni, sculture e installazioni con materiali di scarto e con quelli che la natura regala, consumati però dagli agenti esterni.

Daniela Pergreffi è tra gli artisti che contribuiscono all’edizione 2022 del Premio Responsabilità Sociale Amato Lamberti, in programma a Nisida sabato 10 settembre alle 19.  E lo fa donando una sua creazione dal titolo “Volo sulla città”, un collage polimaterico in cui ogni frammento utilizzato arriva da un ufficio, da una scuola, da un cestino della spazzatura di Napoli.

Le ali del soggetto raffigurato sono pezzetti di plastica restituiti dal mare, approdati sulla spiaggia di Coroglio. E i segni ad inchiostro nero e bianco sono le impronte lasciate da oggetti trovati per caso, come vecchie maschere di interruttori, mollette per il bucato e barattoli. La figura in volo è una specie di custode, che dall’alto controlla, veglia sul territorio per preservare la legalità, per salvaguardare la città.

“Quest’opera – spiega Daniela Pergreffi – fa parte  di  un recente ciclo di lavori dedicati alla narrazione dei luoghi, attraverso il recupero e l’utilizzo di materiali di scarto fortemente carichi di valenze evocative. Con questa produzione ho rappresentato Napoli nel progetto di realizzazione degli Atlanti Babelici, ideato dal Museo Moon di Potenza, per creare una Biblioteca Errante composta da libri d’artista che raccontino le principali città del Mediterraneo, attraverso le tracce lasciate e ritrovate percorrendo i territori”.

Atlanti Babelici che, nei mesi scorsi, sono stati esposti nel Museo nazionale della Ceramica Duca di Martina, in Villa Floridiana a Napoli, e che approderanno in una rassegna a Procida il prossimo 22 settembre.  

Una esposizione che si inserisce in una iniziativa realizzata in contemporanea nelle città di Bari, Catanzaro, Napoli e Palermo.

“Sto progettando una mostra – prosegue l’artista –  utilizzando materiali come i legni di mare e la vetroresina. Tutto ciò che serve esiste già, va solo ricomposto. Inoltre, anche il rifiuto più scadente, più inquinante viene in qualche modo lavorato dalle onde fino a diventare un frammento nobile. Ed è meraviglioso vedere come la natura riesca sempre a migliorare tutto, a creare delle piccole opere, nonostante la mano distruttrice dell’essere umano”.

Larte di Daniela Pergreffi per il Premio Lamberti 2022 1

Dagli studi classici alle illustrazioni

Dopo gli studi classici nella sua città natale, Reggio Emilia, si è laurea con lode all'Accademia di Belle Arti di Bologna, poi si specializza in “Grafica d’arte” all’Accademia di Belle Arti di Napoli, città dove vive. Dal 2006 insegna “Illustrazione” e “Tecniche calcografiche sperimentali” all’Accademia partenopea.

Espone le sue opere in rassegne e mostre personali e collettive in Italia e all’estero.

Come illustratrice collabora col Corriere della Sera e con alcuni inserti: “Corriere del Mezzogiorno”, “CorrierEconomia”, “Style”.

Si dedica a produzioni editoriali a tiratura limitata, come libri d’artista o edizioni speciali, realizzate soprattutto con le edizioni de ”Il laboratorio” di Vittorio Avella (Nola), “Il filo di Partenope” (Napoli), “Stamperia Mavida” (Reggio Emilia), “Pulcinoelefante” (Lecco) ed “Editions Grandir” (Nimes).

Come autrice dei testi, oltre che delle illustrazioni, nel 2004  pubblica “L’Empereur, le Pape et la Comtesse” per le Editions Grandir di Nimes, e la graphic novel “Il segreto della Fenice”, Edizioni Alos, 2016.

Nel 2014 viene invitata ad esporre le proprie opere dall’Istituto Italiano di cultura di Varsavia nella mostra “La terra del mito”.

Le sue pubblicazioni illustrate più recenti sono “Quarantine diary” con prefazione di Andrea Rauch, Diogene Edizioni e “I centauri di Pompei” di Gabriel Zuchtriegel, Edizioni Arte’m, entrambi del 2022.

Nello stesso anno viene scelta per rappresentare Napoli nella realizzazione di Atlanti Babelici per la Biblioteca Errante del Mediterraneo, progetto del Museo Moon di Potenza e i suoi 5 Atlanti vengono esposti al Museo duca di Martina di Napoli.

Alcune delle sue opere sono esposte nelle suites, hall e auditorium dell’Hotel Hilton Britannique di Napoli in quanto commissionate come interventi site specific e acquisiti dalla proprietà.

Donatella Alonzi
Author: Donatella Alonzi
Giornalista professionista e videomaker. Animalista convinta, mamma di Lucia e di Bella, la sua buffa cagnolina.

Pin It
Image

CHI SIAMO


Napoliclick è il portale cittadino di notizie e opportunità promosso dal gruppo di imprese sociali Gesco. Napoliclick seleziona e approfondisce opportunità ed eventi con un approccio critico, attento alla sostenibilità economica, al rispetto per l’ambiente, al consumo responsabile e solidale, al benessere, alla salute, alla buona cucina..
DOVE SIAMO

Sede centrale:
Presso Gesco - Gruppo di Imprese Sociali
Via Vicinale S. Maria del Pianto, 36 complesso polifunzionale Inail
Torre 1, 9° piano - 80143 Napoli
ISCRIZIONE NEWSLETTER

Abilita il javascript per inviare questo modulo