Venerdì, 14 Giugno 2024

Giorgia Gianetiempo: «Al funerale di Teresa ho pianto ricordando Carmen»

Giorgia Gianetiempo è Rossella di Un Posto Al Sole: una bellezza che è sbocciata, ma potremmo anche dire una professionalità che è cresciuta, nel social drama più longevo della Rai.

Del resto, l’attrice campana, 26 anni, è entrata nel cast quando ne aveva 13: «Non ho avuto una adolescenza normale, lavoravo sempre. E questa cosa mi ha fatto crescere molto prima dei miei coetanei». Ma adesso Giorgia, felicemente legata al collega di set Luca Turco da ormai 6 anni, si dice serena, soddisfatta degli obiettivi raggiunti sia sul piano professionale sia sul piano personale. A pochi giorni dalla puntata in cui l’abbiamo vista commuoversi al funerale di nonna Teresa, ci racconta del suo rapporto personale con Carmen Scivittaro: «Un’amica, una persona con cui parlato liberamente, ci manca tantissimo». E di come se la sta passando Rossella con Riccardo (Mauro Racanati), tra alti e bassi, slanci di generosità e amici importanti.

Rossella sta vivendo un momento molto difficile per la morte dall’amata nonna. Come ha affrontato questa sfida a livello attoriale e umano?

Confesso che appena ho letto le scene dei funerali di nonna Teresa, ho pianto per tutto il tempo. Carmen ci ha lasciati lo scorso agosto ed io ero dall’altra parte del mondo con Luca, perciò non siamo riusciti a tornare a casa per il funerale, ho pianto molto insieme a lui. E ho pianto di nuovo leggendo qualche mese fa il copione, dalla prima all’ultima scena. Non è stato facile per nessuno, quello che è andato in ona è un po’ come se fosse stato il nostro omaggio a lei, quell’ultimo saluto che non avevamo potuto darle, perché, come me, molti di noi erano fuori in estate. Ci manca tantissimo.

Era molto legata a Carmen Scivittaro? Cosa ricorda di lei?

Ero legata a lei, Carmen mi ha accolto sin da subito, aveva questa capacità empatica. Mi ha sempre dato tantissimi consigli - io non conoscevo nulla all’epoca di questo mondo, ero molto piccola - da come andare in scena a come comportarmi nei momenti di difficoltà. Mi ricordo che mi diceva “Appena entro in Rai divento nonna Teresa, quando esco, torno ad essere Carmen”. Questa cosa mi ha molto aiutata ad affrontare il set nel modo giusto, staccando quando è il momento di andare, mi aiuta anche oggi a dare voce e pensiero a nonna Teresa. Parlavamo tanto delle nostre vite, spesso ci ritrovavamo a parlare sedute sulla panchina vicino ai camerini a confidarci.

In questo momento, vediamo il suo personaggio allontanarsi un po’ da Riccardo e avvicinarsi a Nunzio. Ci sarà dell’altro?

Non è Rossella che si allontana dal suo compagno: loro due convivono ma lui è sempre in corsia, la medicina interna è impegnativa, si lavora con turni massacranti e questi aspetti vengono fuori dalla sua storia. Al contempo, Rossella si trova spesso al caffè Vulcano a dar conforto alla madre che sta vivendo un momento molto complicato, prima le difficoltà di gestione del locale e ora la morte della madre. Per forza di cose si avvicina a Nunzio, che è lì. Anche lui, come Diego, Samuel, hanno bisogno di essere sollevati. Del resto, con Nunzio c’era già un bel rapporto, questa amicizia era stata anche fonte di gelosia per Riccardo, ma i due continueranno la loro relazione, barcamenandosi tra lavoro e casa. Per il momento, non c’è nessuna separazione in vista, poi staremo a vedere.

Giorgia Gianetiempo Alla scena del funerale di Teresa ho pianto ricordando Carmen 1

Rossella ora è una giovane donna in carriera, proprio come Giorgia. Che stagione vive il suo personaggio?

Rossella è una ragazza matura e molto professionale; porta con sé in questo momento la voglia di lavorare tanto e crescere, sta vivendo la sua vita privata con Riccardo, con tutti i pro e contro del caso. Lui non ha un carattere semplice ma vivono insieme e vanno avanti; Rossella ha tanti amici al Vulcano e sta anche supportando moralmente la madre in questo brutto periodo. D’altro canto, ha accettato la separazione dei suoi genitori e ora cerca di trascorrere del tempo anche con il padre.

Che stagione sta vivendo invece Giorgia?

Anche io vivo la mia vita appieno, con Luca conviviamo da tempo e stiamo bene; mi impegno al massimo sul set, è la mia vita e non riesco a stare per troppo tempo senza. Non vedo l’ora di tornare a girare, vengo da una settimana di febbre.

Affinità e differenze tra le due?

Siamo tanto simili quanto diverse; lei ha studiato tantissimo, io non ero così secchiona al liceo perché dovevo anche lavorare; siamo molto buone e generose entrambe anche se io ultimamente sto cambiando, non sono a disposizione degli altri sempre 10 volte su 10, ora ci rifletto un attimo e vedo come le persone si sono comportate con me prima. Un altro punto di convergenza tra le due è che sanno coltivare le relazioni interpersonali: ora Rossella, a differenza di prima, ha anche un bel rapporto con i suoi amici. Insomma, tra noi non ci sono grandi differenze. Forse sulla strada dell’indipendenza, io sono arrivata un pochino prima di lei, essendo cresciuta tra gli adulti, sono sempre stata molto autonoma, anche dal punto di vista del pensiero.

Che bilancio trae da questa esperienza sotto il profilo professionale e quello personale?

Un bilancio ottimo, sono cresciuta tanto, anche se ho solo 26 anni. A volte mi sento come se ne avessi 18, ma so di essere molto matura, un po’ grazie al set, un po’ per la mia vita privata, sono sempre stata a contatto con persone molto più grandi di me. Del resto, ho incominciato a fare cose nel mondo dello spettacolo quando avevo solo 4 anni. Forse anche questo mi ha aiutata a crescere prima e se da una parte so di aver fatto molti sacrifici rispetto ai miei coetanei durante l’adolescenza, dato che dovevo studiare e anche lavorare, ora sono contenta di aver fatto tutto questo. Ho un livello di maturità e consapevolezza diverso rispetto ad altre ragazze della mia età. Oggi come oggi, posso dire di essere soddisfatta e felice.

C’è un tema sociale che vorrebbe affrontare direttamente o indirettamente in Un Posto Al Sole?

Un Posto al Sole tratta temi sociali tutti i giorni, non so cosa vorrei trattare, lascio fare agli autori che sono bravissimi nella scelta, ma abbiamo davvero già parlato di quasi tutti gli argomenti.

A parte il set napoletano, ha altri impegni o progetti futuri?

Vediamo cosa ci riserverà il futuro, incrociamo sempre le dita.

Maria Nocerino
Author: Maria Nocerino
Sociologa e giornalista professionista, è specializzata nel giornalismo sociale. Ha collaborato con l’agenzia di stampa Redattore Sociale e con il quotidiano Roma per le pagine della Cronaca. Collabora con la rivista Comunicare Il Sociale.

Pin It
Image


CHI SIAMO

Napoliclick è un portale quotidiano di informazione sociale e culturale pubblicato dalla cooperativa Nclick.

DOVE SIAMO

Sede centrale:
Presso Gesco - Gruppo di Imprese Sociali
Via Vicinale S. Maria del Pianto, 36 complesso polifunzionale Inail
Torre 1, 9° piano - 80143 Napoli
ISCRIZIONE NEWSLETTER