Mercoledì, 01 Febbraio 2023

Editoriale

Waffel di forma fallica: quando i dolci rompono il

Entrando nel piccolo locale tutto rosa di via Scarlatti si ha l’impressione di essere in una raffinata patisserie parigina. Il bancone tirato a lucido mostra le sue piccole leccornie e i giovani commessi dalla folta capigliatura glam e sguardo gentile ti salutano affabilmente, fra le pareti rivestite con un grazioso pattern bianco e cipria.

Parcheggi in centro, ci risiamo

di Sergio D’Angelo

Ribadisco la mia contrarietà al piano parcheggi annunciato dall’assessore alle Infrastrutture Edoardo Cosenza, perché lo ritengo figlio di una concezione superata della mobilità. Non a caso l’approvazione dei tre parcheggi in questione risale al 2010, ai tempi della giunta Iervolino. Così come, fra gli esempi che Cosenza cita a supporto della sua tesi nell’intervista pubblicata domenica da Repubblica, i lavori per la realizzazione del parcheggio di Plaza Mayor a Madrid sono iniziati addirittura negli anni sessanta del secolo scorso.

Ogni volta che un giovane commette un crimine, perdiamo tutti

di Sergio D’Angelo 

Ha ragione Mario Covelli, avvocato e presidente della Camera penale minorile di Napoli, la condanna per un minore è una condanna morale per la collettività, incapace di aver saputo adottare delle efficaci misure di prevenzione. In questi tempi di giustizialismo spicciolo, urlato quanto inefficace, qualcuno dirà che è una posizione buonista.

L’assessore Trapanese rettifichi il suo pensiero, rispetti il lavoro delle associazioni. Il problema sono i poveri, non la povertà

di Sergio D'Angelo

una pericolosa deriva quella che rischiano di prendere le politiche sociali a Napoli se i poveri, oltre a non avere diritto a una vita dignitosa al pari degli altri cittadini, perdono anche quello all’assistenza. Destano enorme preoccupazione le parole dell’assessore al Welfare del Comune di Napoli Luca Trapanese riportate ieri – 10 gennaio 2023 – dalle pagine napoletane del quotidiano La Repubblica.

Dati allarmanti dal rapporto Svimez, folle cancellare il Reddito di cittadinanza

di Sergio D’Angelo

Dopo il +6,6% del 2021, l’anno del rimbalzo post lockdown, e il robusto +3,8% previsto per il 2022, il Pil italiano dovrebbe crescere appena dello 0,5% nel 2023. Le cifre però ingannano, perché mentre al Nord crescerà di quasi un punto percentuale, nelle regioni meridionali farà registrare una contrazione fino a -0,4%. È solo la prima delle brutte notizie che ci riguardano contenute nel Rapporto Svimez 2022, presentato l’altro ieri, lunedì 28 Novembre, alla Camera dei deputati.

Image


CHI SIAMO

Napoliclick è un portale quotidiano di informazione sociale e culturale pubblicato dalla cooperativa Nclick.

DOVE SIAMO

Sede centrale:
Presso Gesco - Gruppo di Imprese Sociali
Via Vicinale S. Maria del Pianto, 36 complesso polifunzionale Inail
Torre 1, 9° piano - 80143 Napoli
ISCRIZIONE NEWSLETTER

Abilita il javascript per inviare questo modulo