Mercoledì, 28 Febbraio 2024

Al Maschio Angioino l’incontro-seminario Gioventù Sospesa

Si è tenuto, presso la Sala Baroni del Maschio Angioino di Napoli, l’incontro seminario intitolato “Gioventù Sospesa.

Organizzato da Confesercenti Campania, insieme con lo studio legale MGS, ha voluto porre l’accento con testimonianze autorevoli sulla necessità di declinare le pene detentive secondo il loro ruolo costituzionalmente assegnato e cioè di riabilitazione, rieducazione e reinserimento, e non punitivo di vendetta sociale e rivalsa. Insieme al focus il seminario è servito a presentare alcuni progetti, tra cui quello che vede Confesercenti Campania protagonista nel creare strade lavorative e imprenditoriali per ex detenuti e per ragazzi in difficoltà. 

L’incontro, moderato dall’avvocato penalista Maria Grazia Santuosso, titolare di MGS Studio Legale: “I minori detenuti a fine pena “– ha affermato l’avvocato –“sono quasi sempre uguali a quando sono entrati in carcere se non addirittura peggiorati nelle loro caratteristiche di adattamento alla società civile. Siamo convinti che sia necessario divulgare nella società un’idea diversa, quella cioè costituzionale, di pena. A Napoli esiste “Il Caffè Sospeso” cioè una consuetudine comunitaria, un'adozione sociale anonima e disinteressata dei bisogni di chi non ce la fa. Pensiamo anche per la “Gioventù”, che è un periodo così delicato della vita di ognuno, la società si debba fare carico di dare sostegno a chi ha incontrato degli ostacoli durante il suo percorso di crescita. Questo incontro pensiamo che sia solo l’inizio di un grande passo, non siamo qui solo per parlare, ma per dare spazio ai fatti. Sono presenti professionisti che si occupano ogni giorno di detenuti e minor, e ringraziamo vivamente Confesercenti, che porterà avanti il progetto di reinserimento o primo inserimento lavorativo per i ragazzi”.

In tal senso Vincenzo Schiavo, presidente Confesercenti Campania e vicepresidente Nazionale con delega al Mezzogiorno, ha sottolineato«Questo incontro è per noi di Confesercenti solo un punto di partenza. Rappresentiamo le imprese, e in tal senso abbiamo il dovere di stare al fianco di coloro che ne hanno più bisogno. Il nostro progetto parte dai ragazzi di Nisida, ai quali intendiamo offrire una strada per il futuro dopo la detenzione. Con i nostri imprenditori faremo corsi di formazione ai ragazzi in carcere e a quelli che hanno scontato la pena, per poter dare loro un domani sicuro. Questi ragazzi hanno bisogno di formazione professionale e di avere un’opportunità dopo la detenzione. Queste opportunità intendiamo fornirgliele noi, non solo con corsi di formazione per diventare commercianti o imprenditori, non solo sostenendoli, indirizzandoli nei finanziamenti, nello start delle loro idee imprenditoriali ma anche proponendoli alle nostre aziende come dipendenti, in modo che possano, se meritevoli, essere assunti. Come del resto già accade, perché alcuni nostre aziende già hanno assunto giovani che hanno scontato la loro pena. Vogliamo dare ai ragazzi che non hanno avuto un passato sereno una possibilità di una vita diversa. Partiamo da Nisida ma poi andremo a preoccuparci anche degli altri ragazzi che perderanno il reddito di cittadinanza e avranno bisogno, anche loro, di certezze per il futuro”.

Tra i partecipanti, anche parte del cast della fiction “Mare Fuori” e Fabrizio Corona. I quali hanno sottolineato quanto sia importante aiutare chi vuole salvarsi.

Mario Ventre
Author: Mario Ventre
Napoletano, è appassionato di scrittura, amante degli animali e della musica. Ha una passione sincera per il Calcio, che commenta con una visione molto romantica basata sui suoi veri valori, che non gli impediscono però di scherzarci su.

Pin It
Image


CHI SIAMO

Napoliclick è un portale quotidiano di informazione sociale e culturale pubblicato dalla cooperativa Nclick.

DOVE SIAMO

Sede centrale:
Presso Gesco - Gruppo di Imprese Sociali
Via Vicinale S. Maria del Pianto, 36 complesso polifunzionale Inail
Torre 1, 9° piano - 80143 Napoli
ISCRIZIONE NEWSLETTER