Sabato, 28 Gennaio 2023

Dispersione scolastica, a Napoli il Piano Territoriale della comunità educante di Chiaiano

Novecento segnalazioni di evasione scolastica raccolte dalla Procura di Napoli ad aprile 2021, contro le 400 del 2020 e le 800 del 2019. I dati pubblicati dal Servizio Dispersione Scolastica ed Educazione degli adulti del Comune sono relativi al territorio di Chiaiano, insieme a Scampia e a Piscinola, aree comprese nella Municipalità VIII.

Dati che  testimoniano la crescita del fenomeno a causa della pandemia di Covid-19. I casi di inadempienza  registrati negli ultimi dieci anni nella Municipalità VIII superano generalmente la media del Comune.

Si tratta di numeri contenuti nel Piano territoriale della comunità educante di Chiaiano per il contrasto alla povertà educativa e dispersione scolastica che è stato presentato nella sala dei Baroni del Maschio Angioino di Napoli, il 26 maggio 2022.

In generale, nella regione Campania la percentuale di studenti e studentesse che abbandona precocemente gli studi (ELET) resta al di sopra della media nazionale (13,1%) ed europea (9,9%), mantenendosi al 17,3%, nonostante una riduzione di più di 10 punti percentuali a partire dal 20044. Il fenomeno della dispersione scolastica resta diffuso sul territorio regionale che presenta percentuali tra le più elevate del territorio: il report pubblicato dal Ministero dell’Istruzione nel mese di giugno 2021 colloca la Campania nella fascia con tasso di dispersione più elevato nella scuola secondaria sia di primo che di secondo grado

Curato dalla comunità educante di Chiaiano, il Piano è nato da Futuro Prossimo, progetto selezionato dall’impresa sociale Con i Bambini, nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, con capofila Save the Children, l’Organizzazione che da oltre 100 anni lotta per salvare i bambini a rischio.  

Il progetto Futuro Prossimo lavora dal 2018 sul territorio di Chiaiano per il rafforzamento della comunità educante, una rete costituita da istituzioni, scuole, famiglie e realtà del terzo settore che si impegnano per favorire il benessere e la partecipazione di ragazzi e ragazze.  

Le risorse per contrastare dispersione scolastica e  povertà educativa

Attraverso i tavoli territoriali, momenti di confronto e riflessione sulle urgenze e sui bisogni del territorio, la comunità educante ha lavorato all’individuazione delle effettive necessità del territorio, degli ambiti di intervento prioritari per il contrasto alla povertà educativa e dispersione scolastica, di una lista di risorse e attori potenzialmente attivabili, di un modello di lavoro collaborativo e, non ultimo, alla vera e propria messa in campo di proposte concrete. 

Nel Piano Territoriale di Chiaiano sono analizzati gli interventi realizzati dal 2018 ad oggi e la strategia d’azione da perseguire entro il 2024. 

Le aree di interventi: offerta educativa, scuola e inclusione, valorizzazione del territorio

Lavorando su quattro aree prioritarie di interventi, quali Offerta Educativa, Scuola e Inclusione e Valorizzazione del Territorio,  sono state co-progettate e realizzate azioni specifiche che hanno portato a risultati concreti e tangibili. Sono stati attivati oltre 130 percorsi individualizzati (Doti Educative di Comunità) mettendo in connessione diversi attori (famiglie, associazioni, fornitori, scuole), pianificate le attività educative estive per il recupero degli apprendimenti e della socialità, coinvolgendo attivamente gli Istituti Scolastici, promossi seminari di formazione per educatori e docenti, rafforzati i percorsi di orientamento nelle scuole, coinvolti oltre 1.000 ragazzi/e in laboratori di inclusione e motivazionali. Tutti gli attori coinvolti hanno lavorato, inoltre, all’individuazione precoce dei segnali indicativi del disagio scolastico, hanno favorito l’apertura di spazi dedicati agli adolescenti del quartiere, l’organizzazione e la partecipazione a eventi culturali, musicali e sportivi.  

Le azioni concrete

Questi obiettivi dovranno tradursi in una serie di azioni concrete, ampiamente dettagliate nel Piano,  tra le quali: definire una governance per la gestione della rete, condividere e co-progettare interventi nell’ambito del Patto educativo di Comunità; rispondere a un bando per l’attivazione di progetti, tra PNRR, fondi istituzionali e privati, prendere in carico in maniera integrata almeno 20 minori, mettendo a disposizione posti e quote partecipative per sport, attività o eventi culturali;  realizzare  attività estive di recupero degli apprendimenti in almeno 3 scuole, contribuire alla rigenerazione di Parco Cupa Spinelli con azioni di riqualificazione e un evento annuale.  

Da anni Save the Children è impegnata nella promozione e nello sviluppo di attività innovative in grado di ridurre le disuguaglianze sociali e contrastare la povertà educativa, rafforzando la comunità educante. In questo quadro di attività si inseriscono quelle specifiche di contrasto al fenomeno della dispersione scolastica, drammaticamente diffuso anche nel nostro territorio cittadino. Su questo fronte, i risultati raggiunti con il progetto Futuro Prossimo nel quartiere di Chiaiano risultano a nostro avviso particolarmente incoraggianti e ci inducono a promuovere e disseminare tali iniziative in sinergia con tutta la comunità scolastica” ha dichiarato Maria Filippone, vicesindaca e assessora all’istruzione del Comune di Napoli.  

“Per la buona riuscita del progetto è cruciale non fermarsi. Per questo, il piano d’azione è anche uno strumento per guardare oltre, attraverso precisi obiettivi che la Comunità Educante di Chiaiano intende raggiungere entro la fine del 2024. In questa sfida, è fondamentale continuare a lavorare su quattro ambiti prioritari: rafforzare la comunità educante in ottica di sostenibilità degli interventi; sperimentare metodologie e ampliare gli strumenti per ridurre la dispersione scolastica e la povertà educativa; arricchire ed innovare l’offerta educativa territoriale su arte, cultura e sport; favorire la riappropriazione da parte delle ragazze e dei ragazzi dei luoghi del territorio e degli spazi scolastici”, sottolinea Antonio Caiazzo, coordinatore locale di Futuro Prossimo.  

LEGGI | Il piano territoriale Napoli

Donatella Alonzi
Author: Donatella Alonzi
Giornalista professionista e videomaker. Animalista convinta, mamma di Lucia e di Bella, la sua buffa cagnolina.

Pin It
Image


CHI SIAMO

Napoliclick è un portale quotidiano di informazione sociale e culturale pubblicato dalla cooperativa Nclick.

DOVE SIAMO

Sede centrale:
Presso Gesco - Gruppo di Imprese Sociali
Via Vicinale S. Maria del Pianto, 36 complesso polifunzionale Inail
Torre 1, 9° piano - 80143 Napoli
ISCRIZIONE NEWSLETTER

Abilita il javascript per inviare questo modulo