Martedì, 06 Dicembre 2022

Accoglienza, pace e inclusione nel lungo weekend al Teatro dei Piccoli

Un lungo fine settimana teatrale dedicato ai più piccoli e alle loro famiglie.  Si inizia giovedì 2 giugno, in occasione della Festa della Repubblica, con “Facciamo la pace”. L’iniziativa, a ingresso libero e senza prenotazione, è in programma dalle 17 alle 19.30, nella pineta del Teatro dei Piccoli a Napoli. Momenti dedicati a musica, canti, laboratori, guarattelle e racconti per celebrare l'accoglienza, l'inclusione, la pace, con artisti, associazioni e istituzioni.

Sabato 4 giugno, al Teatro dei Piccoli Openair, dalle 17 laboratorio e spettacolo con “I Vestiti nuovi dell’imperatore” della compagnia Teatro Verde di Roma. Domenica 5 giugno, dalle 17 laboratorio e spettacolo con “Il brutto brutto anatroccolo” della compagnia Proscenio Teatro. Due delle più belle favole di Andersen per iniziare la lunga stagione estiva napoletana del teatro per l'infanzia e la famiglia, negli spazi all'aperto del teatro cittadino a loro esclusivamente dedicato.

Facciamo la pace

Quando 2 Giugno 2022@17:00–20:00

Dove Teatro dei piccoli -  Via Antoniotto Usodimare – Napoli

Costo Gratuito

Contatto I Teatrini   3270795871

Teatro per la pace e l’integrazione
Facciamo festa con i bambini ucraini e per tutti i bambini
Musica, canti, balli, laboratori, guarattelle e racconti.

La città e i suoi artisti festeggiano la Repubblica offrendo un pomeriggio di incontro, cultura e divertimento dedicato all’infanzia
Ingresso gratuito

con

Compagnia degli Sbuffi, Pulcinellata di Aldo de Martino

La gatta che si mangiò la luna di e con Fioravante Rea.

Laboratorio di costruzione maschere con I Teatrini

One man band, Ciro Formisano

‘E guarattelle! con Bruno Leone e Salvatore Gatto

Antonio Masucci, il più giovane burattinaio di Napoli

i clown di Teniamoci per Mano onlus

laboratorio di Nati per la Musica

concerto finale con la Scalzabanda

Accoglienza pace e inclusione nel lungo weekend al Teatro dei Piccoli 1

I vestiti nuovi dell’Imperatore

Quando 4 Giugno 2022 – dalle 18 alle 19

Dove Teatro dei Piccoli  - Via Antoniotto Usodimare – Napoli

Costo 8 euro

Contatto Teatro dei Piccoli  3270795871

di Andrea Calabretta  – regia Emanuela La Torre
Compagnia Teatro Verde di Roma
(da H.C. Andersen)

Un re vanesio e civettuolo pensa unicamente a cosa e come indossare. Un giorno due imbroglioni lo convincono a comprare un tessuto straordinario per bellezza ed eleganza. Questa stoffa ha una piccola particolarità: la può vedere solo chi è intelligente.
Chi non la vede vuol dire che è uno stupido. Con questa scusa i due furfanti fanno finta di tessere tessuti meravigliosi e nessuno, per paura di passare da stupido, osa confessare che non vede niente.
Alla fine il re si mostrerà nudo al suo popolo, il quale popolo loderà le meraviglie di un abito inesistente.
Tra tanta gente solo un bambino ha il coraggio (o l’incoscienza) di dire la verità e di urlare a tutti che il re è nudo. I Vestiti dell’Imperatore è una partitura per attori e musicisti, in un connubio di immagini, testo, musica.
Per le scene e le immagini ci siamo lasciati ispirare dai colori e dal segno di Matisse.
I bambini vengono coinvolti nella storia, la musica dal vivo accompagna tutto il racconto che alterna alle parti narrate quelle cantate. Oggetti, figure e parole si muovono insieme alla storia.
La fiaba diventa voce, narrazione, musica, figura, movimento,… ci suggerisce di non fermarsi alle apparenze.

tecnica utilizzata: teatro d’attore – figure – musica dal vivo
età: dai 5 –ai 100 anni

con:  Andrea Calabretta, Enrico Biciocchi, Diego Di Vella
audio e luci: Enrico Biciocchi
musiche originali: Enrico Biciocchi, Ugo Valentini, Gilles Pauget
scenografia e costumi: Corrado Olmi
foto: Serena Eller
direzione artistica Veronica Olmi

Accoglienza pace e inclusione nel lungo weekend al Teatro dei Piccoli 2

Il brutto brutto anatroccolo

Quando  5 Giugno 2022 dalle 18 alle 19

Dove Teatro dei Piccoli - via Antoniotto Usodimare Napoli
Costo: 8 euro

Contatto Teatro dei Piccoli  3270795871


da Hans Cristian Andersen e dal mondo in cui viviamo
teatro d’attore, pupazzi e figure animati, festosa interazione con il pubblico

Sono trascorsi esattamente trent’anni da quando nella “Fattoria del Sole Nascente”, situata nel ridente e tranquillo paese di “Poggiocalmo”, avvenne quell’eccezionale covata che vide la schiusa di ben sette uova. L’evento, più unico che raro, coinvolse milioni di spettatori, che incollati davanti al piccolo schermo, seguirono, giorno dopo giorno, la più grande nascita che si fosse mai verificata nel paese. “Poggiocalmo” balzò agli onori delle cronache e migliaia di persone si recarono alla Fattoria per congratularsi con Mamma Anatra Fernanda. La successiva schiusa raffreddò gli entusiasmi, e il settimo nato, tutto nero, fu sottoposto alla prova dello stagno, poiché ritenuto un tacchino e non un anatroccolo come i suoi fratelli. La prova fu
superata, ma nonostante questo, la vita per lui fu subito in salita, tutti lo prendevano in giro, lo evitavano, lo beccavano, costringendolo infine ad andarsene. Da quel giorno sono trascorsi trent’anni, la televisione ricorda l’evento chiedendosi dove fosse finito quel piccolo esserino scappato in un mondo che non aveva mai visto, né conosciuto. Quel piccoletto è diventato grande, ce l’ha fatta a sopravvivere e con la forza di volontà è arrivato ad essere un valente Capitano di Marina. Nel suo splendido vestito bianco oggi sembra quasi un cigno, pattuglia il Mediterraneo cercando di salvare altri brutti anatroccoli scappati da Fattorie dove la vita è diventata impossibile.
Lo spettacolo, giocato tra attori, pupazzi e coinvolgimento diretto del pubblico, reinventa questa nota fiaba danese la cui metafora appare più attuale che mai, riscrivendola completamente, al punto di crearne una nuova. Un racconto dove è possibile divertirsi, identificarsi e partecipare, per vivere insieme una bella e significativa storia, perché di questo crediamo ci sia tanto bisogno.
“Il Brutto Brutto Anatroccolo” prosegue la ricerca che Marco Renzi porta avanti da sempre, quella di creare una drammaturgia su misura per i più piccoli, in grado di raccontare in maniera giocosa e incisiva il mondo in cui tutti viviamo, perché a loro sarà affidato il compito di migliorarlo.

Teatro dei Piccoli   

Mostra d’Oltremare       Napoli

con auto ingresso consigliato da Via Terracina n.197, Quick Parking (in convenzione)
ingresso pedonale da viale Usodimare
FB/ teatrodeipiccolinapoli
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.teatrodeipiccoli.it

Donatella Alonzi
Author: Donatella Alonzi
Giornalista professionista e videomaker. Animalista convinta, mamma di Lucia e di Bella, la sua buffa cagnolina.

Pin It
Image

CHI SIAMO


Napoliclick è il portale cittadino di notizie e opportunità promosso dal gruppo di imprese sociali Gesco. Napoliclick seleziona e approfondisce opportunità ed eventi con un approccio critico, attento alla sostenibilità economica, al rispetto per l’ambiente, al consumo responsabile e solidale, al benessere, alla salute, alla buona cucina..
DOVE SIAMO

Sede centrale:
Presso Gesco - Gruppo di Imprese Sociali
Via Vicinale S. Maria del Pianto, 36 complesso polifunzionale Inail
Torre 1, 9° piano - 80143 Napoli
ISCRIZIONE NEWSLETTER

Abilita il javascript per inviare questo modulo