Venerdì, 14 Giugno 2024

Si prega di attendere: storia della metamorfosi della ex tennista Roberta Borrelli

La storia vera di una giovane brillante tennista, costretta dalla malattia ad abbandonare lo sport e a reinventarsi, che sceglie di raccontarsi durante le sedute di terapia dialitica. “Si prega di attendere.

Racconto semiserio di una metamorfosi” di Roberta Borrelli, in uscita per Marlin Editore (nella collana “il Portico”) in tutte le librerie e on line da domani, venerdì 27 ottobre, è un brillante romanzo di formazione, che aiuta ad accettare, i cambiamenti, le difficoltà, le metamorfosi che la vita richiede, facendo riflettere e sorridere, diventando anche socialmente utile. Il ricavato dell’autrice proveniente dalla vendita del libro servirà a sostenere l’attività e le campagne informative di Aned e AIDO.

La prima presentazione è prevista per domenica 29 ottobre, alle ore 11.30, alla Pinacoteca di Salerno in via Mercanti, nell'ambito di “Domeniche ad arte”. A dialogare con la scrittrice, il giornalista e scrittore Paolo Romano, intermezzi musicali affidati al Coro Friends For Gospel.

Il libro

Partendo dall’escamotage narrativo di un “taccuino della dialisi”, come strumento per ingannare il tempo della sofferenza, la Borrelli - medico e paziente al tempo stesso, che sperimenta sulla sua pelle l’esperienza della malattia autoimmune, della dialisi e dell’attesa del trapianto - riesce a parlare di un tema difficile con  sorprendente leggerezza, sensibilizzando i lettori intorno a una problematica socio-sanitaria, senza pietismi e toni tragici, ma con ironia e, a tratti, con garbata comicità; favorendo dinamiche motivazionali utili a tutti, non solo ai diretti interessati.

La sua vicenda fa viaggiare il lettore anche nella cultura giovanile, nel vivace clima degli anni ’90, nel vissuto di una generazione spensierata e animata da grandi speranze; accendendo, nello stesso tempo, una luce sulla vita vera e quella borghese, la speranza, la morte, il perdono di una maternità subita, lo sport come salvezza e condanna; la coppia, narrata da una persona a rischio, che con una scrittura irriverente, spezza, con garbata e feroce ironia, un sorriso divertito e amaro. Nonostante sia ancora “in lista di attesa”.

«C’è ancora una cosa – scrive nelle ultime pagine del suo libro la Borrelli - che per me e per gli altri 8999 viaggiatori fermi sulla banchina in attesa del “treno per la vita” si può fare ed è il trapianto. Ma può esserci trapianto solo se ci sono organi disponibili, e finché la medicina non arriverà a creare organi artificiali l’unico modo per poter avere organi è che tutti dicano “sì” alla donazione di organi e tessuti dopo la morte (…). Dal 2021 puoi dichiararti donatore di organi e tessuti dopo la morte all’emissione o al rinnovo della carta d’identità presso il tuo comune, o puoi rivolgerti alla tua Asl nella quale esiste personale formato e che può inserire i tuoi dati nel Sistema Informativo Trapianti, database nazionale al quale accedono i medici delle rianimazioni (dichiarazionidivolontà@sanita.it). Ma siccome viviamo in un mondo smart, puoi pure decidere di dichiararti donatore con un click! Accedi al sito del ministero della salute www.sceglididonare.it oppure scarica l’App di AIDO, dove registrandoti con la carta d’identità elettronica o lo spid potrai dire il tuo “sì”. Oppure vai sul sito www.aned-onlus.it – associazione che da cinquant’anni tutela i pazienti emodializzati e trapiantati – o su quello dell’ AIDO www.aido.it che da cinquant’anni raccoglie la speranza in un “sì”». 

L’autrice

Roberta Borrelli vive e lavora a Salerno. Ex tennista professionista, odontoiatra, medico vaccinatore del Programma Nazionale di Vaccinazione Covid-19, Co-Referente Sportello Amico Trapianti dell’Asl di Salerno, è delegato dell’Associazione Nazionale Emodializzati (ANED) e fondatrice dell’associazione “19 giugno 1919”, sodalizio culturale e sportivo legato alla U.S. Salernitana 1919.

Si prega di attendere storia della metamorfosi della ex tennista Roberta Borrelli 1

Author: Redazione

Pin It
Image


CHI SIAMO

Napoliclick è un portale quotidiano di informazione sociale e culturale pubblicato dalla cooperativa Nclick.

DOVE SIAMO

Sede centrale:
Presso Gesco - Gruppo di Imprese Sociali
Via Vicinale S. Maria del Pianto, 36 complesso polifunzionale Inail
Torre 1, 9° piano - 80143 Napoli
ISCRIZIONE NEWSLETTER