Sabato, 01 Ottobre 2022

Ma ora chi siamo?

È tradizione che mio padre regali a me e mio cognato a ogni Natale il calendario del Napoli. È tradizione che alla vista del tubo rivestito di carta rossa mio cognato e io ci lanciamo nelle ipotesi più ardite sul contenuto del tubo: un frullatore? Un mappamondo? Una plastificatrice a freddo? È tradizione manifestare lo stupore per poi appendere nelle rispettive cucine il suddetto.

È tradizione che il mio si fermi al mese di Mertens (dall’anno prossimo non sarà più così, ahimè), arrivi quando arrivi (nel 2019 sono rimasta a gennaio fino al gennaio 2020), mentre nella cucina di mia sorella il tempo scorre inesorabile. Ebbene, siccome quest’anno Mertens è arrivato ad agosto, ho seguito il naturale procedere dei mesi. E ad agosto, appunto, ci sono Dries Mertens e Lorenzo Insigne. Ho guardato la carta patinata che sventolava in cucina. Ma stai sfottendo? Uno è in Canada da mesi, l’altro è arrivato ieri pomeriggio a Istanbul. Scorrete il calendario anche voi, se è vostra abitudine farvelo regalare a Natale: i tre quarti non ci sono più! È un’altra squadra! Credo, perché io, in verità, mica ho capito chi siamo, chi è rimasto, chi è arrivato! Insomma, intanto di quel calendario chi è rimasto?

Come nei processi americani nelle serie ricapitolo cos’è successo nell’ultima settimana. Più per vedere se ho capito che per dirlo a voi.

Cose che ho capito: Il campionato quest’anno inizia ad agosto (mamma mia, l’ansia), il 13 agosto (follia) ma il calcio mercato finisce dopo quindici giorni (follia delle follie). 

Koulibaly, a cui Insigne aveva ceduto a maggio la fascia da capitano, è andato in Inghilterra, Insigne in Canada, Mertens a Istanbul. Poi, se ne sono andati Ghoulam – al suo posto Olivera – poi ieri Petagna al Monza in prestito con diritto di riscatto, e per Fabian Ruiz pare cosa fatta al Paris saint Germain. 

Ok, chi è rimasto, quindi? Osimhen, Anguissa, Rrahmani, Di Lorenzo sono con noi. Ok. Ospina se n’è andato: credetemi non neanche capito quando so che ho letto che arrivava Sirigu e mi sembrava che avessimo troppi portieri, ma invece era perché appunto Ospina è andato via. Meret, invece, è rimasto a Napoli, ma non si è capito se giocherà primo o secondo. Un bel colpo si chiude forse mentre sto scrivendo, per Giacomo Raspadori dal Sassuolo. Il campionato inizia ora, si diceva, ma il calcio mercato finisce il 31. Abbiamo giusto il tempo di imparare a pronunciare Kvaratskhelia!

Torno a quelle foto che sventolano nella mia cucina. Le sfoglio ancora un po’. Insomma, quel calendario non c’è quasi più. Però come ogni anno aspettiamo il nuovo, e le sue sorprese.

Serena Venditto
Author: Serena Venditto
È nata a Napoli il primo agosto 1980, per festeggiare il compleanno della squadra. Archeologa e scrittrice, è autrice di una serie giallo-umoristica con protagonisti il gatto detective Mycroft e un gruppo di amici impiccioni, di cui l’ultimo è l’ebook gratuito “Malù si annoia. Quarantena in giallo per quattro coinquilini e un gatto”. Cura per Napoliclick la rubrica #Barsport

Pin It
Image

CHI SIAMO


Napoliclick è il portale cittadino di notizie e opportunità promosso dal gruppo di imprese sociali Gesco. Napoliclick seleziona e approfondisce opportunità ed eventi con un approccio critico, attento alla sostenibilità economica, al rispetto per l’ambiente, al consumo responsabile e solidale, al benessere, alla salute, alla buona cucina..
DOVE SIAMO

Sede centrale:
Presso Gesco - Gruppo di Imprese Sociali
Via Vicinale S. Maria del Pianto, 36 complesso polifunzionale Inail
Torre 1, 9° piano - 80143 Napoli
ISCRIZIONE NEWSLETTER

Abilita il javascript per inviare questo modulo