Martedì, 23 Luglio 2024

La Pietà, Pasolini e il teatro civile per Dignità Autonome di Prostituzione

Maldestro dà il benvenuto suonando dall’alto dei bastioni di Castel Sant’Elmo al pubblico affezionato di “Dignità Autonome di Prostituzione”, lo show-evento firmato da Luciano Melchionna che registra sempre il tutto esaurito da cinquanta edizioni.

Non un semplice spettacolo, ma un mix di circo, teatro, danza, cabaret, musica, che mischia sociale e intrattenimento, riuscendo a coinvolgere platee di ragazzi, di coppie meno giovani, persino di bambini e adolescenti. La prima del 29 giugno ha confermato che il forma di Melchionna funziona e non stanca mai: le case chiuse aprono alla fiumana di gente che si inerpica sui ciottoli di Sant’Elmo, mentre il palcoscenico a cielo aperto si spezzetta in tanti piccoli quadri dove, in quello che è definito “bordello dell’Arte”, si dispensano “pillole di piacere per la mente e per il cuore dello spettatore”. È un canovaccio composito che spazia da Amleto in chiave contemporanea alla sceneggiata improvvisata con gli spettatori e ogni volta si rinnova, pur restando fedele all’idea del teatro civile che intrattiene e fa riflettere.

Oltre 700mila in 50 edizioni e più di 470 rappresentazioni in diverse città italiane, con il coinvolgimento di 35 artisti di più generazioni  e una location perfetta come Castel Sant’Elmo per il gioco delle stanze comunicanti, della rappresentazione nella rappresentazione che quest’anno è dedicata al tema degli “ultimi”. Lo spettacolo inizia con un percorso nella “Pietà” lungo il viale che porta alla piazza d’armi, con attori-mimi a impersonare corpi esanimi tenuti in braccio e sostenuti da terra, mentre si ascolta il “Requiem per Pasolini”, in omaggio al Maestro Roberto De Simone.  “Questa azione teatrale conduce gli spettatori dal basso dell’antico ponte levatoio fino agli ambulacri interni dove risuonano rare testimonianze audio di Sandro Pertini, di Pier Paolo Pasolini e di altri simboli umani di libertà che accompagnano gli spettatori “a riveder le stelle” nella grande Piazza d’Armi”, spiega Luciano Melchionna, autore del format con Betta Cianchini. In scena, oltre allo stesso regista nel ruolo di “Papi”, con i costumi di Milla, musicisti che si aggiungono ogni sera come guest star e un cast fisso formato da Raffaella Anzalone, Maria Avolio, Antonio Barberio (Dr. Nautilus), Carlo Caracciolo, Federica Carruba Toscano, Elisabetta Cianchini, Riccardo Ciccarelli,  Vincenzo Colursi (Luk), Cinzia Cordella, Veronica D’Elia, Marika De Chiara, Giampiero de Concilio,  Valentina De Giovanni, Renato De Simone, Dario Di Pietro, Annarita Ferraro, Alessandro Freschi (Frè), Martina Galletta, Mariano Gallo (Priscilla), Luciano Giugliano, Gabriele Guerra, Her, Vincenzo Leto,  Antonio Prestieri (Maldestro), Claudio Marino (Klark Kent), Gianluca Merolli, Raffaele Milite, Antonella Monetti (Dolores Melodia), Francesca Morgante, Pierfrancesco Scannavino, Irene Scarpato, Simona Seraponte, Toto Traversa (Spaghetti Casanova), Gianluca Vesce, Annarita Vitolo.

Info: Teatro Bellini tel. 081 5499688 www.enteteatrocronaca.it e www.teatrobellini.it . Biglietti: euro 35 (ridotti under 29 euro 27)

Durata: circa 3 ore e 30 minuti

Ida Palisi
Author: Ida Palisi
Giornalista professionista, esperta di comunicazione sociale, dirige l’Ufficio Comunicazione Gesco. Collabora con il Corriere del Mezzogiorno per le pagine della Cultura.

Pin It
Image


CHI SIAMO

Napoliclick è un portale quotidiano di informazione sociale e culturale pubblicato dalla cooperativa Nclick.

DOVE SIAMO

Sede centrale:
Presso Gesco - Gruppo di Imprese Sociali
Via Vicinale S. Maria del Pianto, 36 complesso polifunzionale Inail
Torre 1, 9° piano - 80143 Napoli
ISCRIZIONE NEWSLETTER