Sabato, 28 Gennaio 2023

Il 2023 nelle stelle

L’Astrologia è una disciplina estremamente suggestiva che coniuga la scienza matematica dell’astronomia con le posizioni rigorose dei pianeti, e il calcolo degli angoli esatti che formano, a simboli archetipici di millenaria saggezza.

Non sto parlando delle previsioni che leggiamo sui giornali del tipo “Come andrà quest’anno per il segno del Cancro?” o “La Vergine guadagnerà di più?”

Questi sono modi cheap per svilire una sapienza antica che ci racconta la storia del cammino evolutivo umano.

L’Astrologia è un metodo, una chiave di svelamento per leggere l’uomo, le sue  emozioni, le relazioni tra gli uomini e le sfide che si troveranno ad affrontare.

Per amore della verità, non si può dire come andrà l’anno per il Toro o lo Scorpione o il Capricorno… Ciascun individuo ha la sua personale mappa del cielo, cioè l’impronta dei pianeti che caratterizzavano il momento della sua nascita. E quella mappa unica, individuale, personale non può e non deve essere inquadrata in chiave semplicistica e generalista. Se no si tradisce il vero significato della disciplina astrologica.

Possiamo vedere come i pianeti si posizionano nel nuovo anno e cercare di carpire l’energia che ci raccontano e i messaggi cosmici che portano al nostro solito modo di stare al mondo… Raccontare i pianeti lenti, cioè i transpersonali, Saturno, Urano, Nettuno e Plutone, è comprendere il segno che lasciano sulla società e individuare tra le tante possibili la direzione che può intraprendere il genere umano.

Nel 2023 mi voglio soffermare su due aspetti che raccontano molto dei cambiamenti epocali che attraverseremo nei prossimi anni: Plutone che si affaccia per qualche mese in Acquario e Saturno che transiterà nei Pesci per tre anni circa e che nel futuro prossimo si congiungerà a Nettuno che già transita nei Pesci.

Cosa simboleggiano questi due pianeti?

Plutone è il Grande Trasformatore, l’ultima volta che è transitato in Acquario correva l’anno 1789 e anche allora, come oggi e negli anni a venire, venivano e verranno ad essere amplificati i valori tipici dell’Acquario: uguaglianza, fratellanza e libertà. Ma l’Acquario oggi ci racconta di un’altra trasformazione epocale. Stiamo entrando sempre più nell’era della tecnologia a trecentosessanta gradi, della rete virtuale che può diventare sia mondo pieno di possibilità, quanto “rete” vera e propria che avviluppa e che rende prigionieri di un universo fittizio, non reale. Una rete che pesca i suoi pesci e che li rende privi di vita.

Stiamo parlando di Metaverso, Intelligenza Artificiale, rapporto uomo/macchina e uomo robotico.

La sfida dei prossimi anni sarà enorme: riusciremo a sviluppare l’individualità di uomini liberi, di cui ci parla l’Acquario, auto responsabili e auto consapevoli che potranno fondare sia nel reale che nel virtuale una comunità basata sui valori di uguaglianza, fratellanza e soprattutto coscienza di sé e identità non omologata, oppure saremo esseri robotici, assoggettati a una rete macchina in cui saremo another brick in the wall?

Plutone in Acquario inizia a lanciare questa sfida e questa grande domanda.

Il contraltare lo fa Saturno, il Guardiano della Soglia, Crono, il Signore del Tempo e del Karma che va nei Pesci: il segno più spirituale di tutto lo Zodiaco.

Ma cosa rappresenta Saturno?

Per capirlo dobbiamo riscoprire il Mito e gli antichi dei dell’Olimpo.

Saturno, il Padre Padrone, dio del Potere e fondatore delle Istituzioni, divorò uno ad uno tutti i suoi figli, nel timore che uno di loro potesse spodestarlo.

E infatti fu suo figlio Zeus/Giove, fautore della legge, a spodestarlo, a liberare tutti i suoi fratelli e a diventare dio dell’Olimpo.

Al Potere serve la Legge, cioè l’ordine per creare imperi e saldare istituzioni. Saturno ha bisogno di Giove e non solo nella materia dove rappresenta il karma, ma anche in chiave evolutiva, dove Crono/Saturno è il Guardiano della Soglia, e divide i pianeti personali quindi che influenzano la personalità, dai pianeti dell’Oltre, cioè i transpersonali Urano, Nettuno e Plutone.

Ma Saturno nella Via spirituale è anche la disciplina, il “metodo” che permette se applicato l’esperienza dei pianeti dell’Oltre, l’Illuminazione/Urano, la Compassione/Nettuno, Il Fuoco Alchemico Trasformatore/Plutone.

Saturno nei Pesci, nei prossimi anni cosa porterà al mondo?

Crono qui incontra il Servizio, la spiritualità e la devozione dell’ultimo segno zodiacale, ma anche il disordine, il caos e l’illusione che l’energia pescina può portare nel mondo materiale, quindi sembra suggerire una grande crisi delle Istituzioni, dei governi, e di tutto ciò che noi leghiamo al Potere.

Il Potere esteriore della sopraffazione e la Legge del più forte vivranno un momento di grande confusione… Mentre il potere interiore potrà prendere spazio…

Di che natura sarà questo potere interiore?

Ce lo racconta Nettuno anch’esso nei Pesci, a cui Saturno si congiungerà nei prossimi anni…

Il potere della Compassione, dell’Amore/Saggezza e del cuore illuminato potrà nascere nei cuori di ciascuno quando l’ombra del potere esteriore fatto di competizione, di ambizione e di supremazia sembreranno sbiadire sotto la forza dissolutrice dell’ego che proviene dai Pesci, simbolo tra l’altro del Cristos.

Chiara Tortorelli
Author: Chiara Tortorelli
Creativa pubblicitaria, editor e scrittrice, vive a Napoli dove inventa nuovi cultural life style: come presentare libri in maniera creativa e divergente, come scrivere i libri che ti piacciono davvero, come migliorare la creatività e il benessere personale con metodologie a metà strada tra stregoneria e pensiero laterale. Il suo ultimo libro è “Noi due punto zero” (Homo Scrivens 2018). Cura per Napoliclick la rubrica “La Coccinella del cuore”.

Pin It
Image


CHI SIAMO

Napoliclick è un portale quotidiano di informazione sociale e culturale pubblicato dalla cooperativa Nclick.

DOVE SIAMO

Sede centrale:
Presso Gesco - Gruppo di Imprese Sociali
Via Vicinale S. Maria del Pianto, 36 complesso polifunzionale Inail
Torre 1, 9° piano - 80143 Napoli
ISCRIZIONE NEWSLETTER

Abilita il javascript per inviare questo modulo