Martedì, 06 Dicembre 2022

L’autunno in Rai parla napoletano

"Nuovi programmi e nuove forme di comunicazione, per una visione del Paese e dell'azienda che guarda al futuro". Così l'Amministratore Delegato Carlo Fuortes presenta l'offerta televisiva Rai per l'autunno inverno 2022/23.

Una programmazione ricca di novità con una “quota Napoli” davvero interessante: dalle serie ai volti di punta l’autunno della televisione pubblica parla napoletano.

IL COMMISSARIO RICCIARDI 2 

Scritto da Maurizio de Giovanni, Salvatore Basile, Viola Rispoli, Doriana Leonde 
Tratto dai romanzi della serie de Il commissario Ricciardi di Maurizio de Giovanni, editi da Einaudi Con Lino Guanciale, Antonio Milo, Enrico Ianniello, Serena Iansiti, Maria Vera Ratti, Mario Pirrello, Fabrizia Sacchi, Nunzia Schiano, Adriano Falivene, Marco Palvetti, Peppe Servillo
Regia di Gianpaolo Tescari
Serie in quattro serate - Giallo, period
Fra i caratteristici vicoli di Napoli degli anni Trenta continuano le indagini e le vicende sentimentali di Luigi Alfredo Ricciardi, commissario della Mobile. Catturare gli assassini è la sua ossessione ed è a itto da una maledizione ereditata dalla madre: vede i fantasmi delle persone morte in modo violento e ne ascolta l’ultimo pensiero. A questo dolore si è aggiunto anche quello per la recente perdita della tata Rosa, sostituita impeccabilmente dalla giovane Nelide. Per il timore di tramandare la sua ereditaria sofferenza, Ricciardi ha deciso di rinunciare all’amore, soprattutto quello per la timida Enrica, sua dirimpettaia. La ragazza, che intimamente ricambia il sentimento, è ora corteggiata da Manfred, un maggiore tedesco in missione in Italia. L’aura di mistero che circonda Ricciardi ne fa però un uomo desiderato dalle donne: alla sensuale Livia - che ormai da tempo prova a scaldare il suo cuore - si aggiunge la contessa Bianca Palmieri di Roccaspina. Per lui il tempo delle scelte è alle porte. Se nell’amore Ricciardi appare introverso, nel lavoro - per cui nutre una vera vocazione - risolve con decisione i casi di omicidio più difficili grazie alle sue straordinarie doti intuitive, aiutato dal fedele brigadiere Maione e dal medico legale Bruno Modo. Una potente contaminazione di generi - poliziesco, mystery e melò - per un racconto coinvolgente che, sullo sfondo di una Napoli in chiaroscuro, indaga sul senso della vita e del dolore. 

VINCENZO MALINCONICO - AVVOCATO D’INSUCCESSO 

Scritto da Diego De Silva, Massimo Reale, Gualtiero Rosella, Valerio Vestoso
Tratto dai romanzi di Diego De Silva, editi da Einaudi
Con Massimiliano Gallo, Denise Capezza, Francesco Di Leva, Teresa Saponangelo
Regia di Alessandro Angelini

Serie in quattro serate - Giallo, commedia
Vincenzo Malinconico, personaggio nato dalla penna di Diego De Silva, è un avvocato semi-disoccupato, un marito semi-divorziato e soprattutto un grandioso, irresistibile filosofo naturale. Avvocato d'insuccesso - forse più psicologo che avvocato - Vincenzo Malinconico non raggiunge mai la piena sufficienza. Il suo portafoglio clienti ha un profilo decisamente leggero, si occupa di contenziosi non particolarmente impegnativi e non sempre porta a casa delle vittorie. C’è solo una cosa che sa fare davvero: filosofeggiare. Vincenzo ha sempre un pensiero in testa. Generalmente, un pensiero fuori tema. Il precariato professionale di Vincenzo va di pari passo con quello privato: Nives, la sua ex moglie, a affermata psicologa, lo ha lasciato da tempo per sposare un architetto e tuttavia non riesce a non tradire il nuovo marito con l’ex. Malinconico vorrebbe ricostituire l’unità familiare ma viene puntualmente respinto. Eppure, quando Vincenzo inizierà una relazione con la bella collega Alessandra Persiano, Nives dimostrerà che non ha nessuna intenzione di farsi da parte. Vincenzo e Nives hanno due figli: Alfredo e Alagia, figlia di un precedente compagno di Nives. Per via della separazione, Vincenzo coltiva la colpa di non sentirsi un padre all’altezza ma è una convinzione solo sua, perché sia Alagia sia Alfredo gli sono profondamente legati. Rassegnato ormai alla sua triste routine, Malinconico viene chiamato d’uffcio a difendere un certo Mimmo ‘O Burzone, squallido macellaio di camorra su cui pende l’accusa di fare a pezzi cadaveri scomodi. In un primo momento, Malinconico vorrebbe rifiutarsi di difenderlo, appellandosi a principi deontologici. Poi, convinto dalla figlia di Burzone, Brooke, che gli ricorda la sua Alagia, accet- ta l’incarico. Quest’avventura nei meandri della camorra, a cavallo tra commedia e giallo, darà a Malinconico l’occasione di conoscere Amodio Tricarico, surreale tuttofare della malavita che da un momento all’altro si autoproclama suo braccio destro e non lo lascia più, nella buona e nella cattiva sorte. Ed è proprio la cattiva sorte a dare il via all’indagine made in Malinconico, la notte in cui Brooke viene trovata assassinata senza un apparente motivo. 

MINA SETTEMBRE 2

Da un’idea di Maurizio de Giovanni
Scritto da Fabrizio Cestaro, Fabrizia Midulla, Silvia Napolitano, Costanza Durante
Con Serena Rossi, Giuseppe Zeno, Giorgio Pasotti
Regia di Tiziana Aristarco
Dopo il successo della prima stagione torna Mina Settembre, l’assistente sociale del Rione Sanità di Napoliche vive il suo lavoro con passione ed è quindi sempre impegnata a risolvere i problemi degli altri. Alla fine della precedente stagione Mina ha scoperto che la sua migliore amica Irene è stata l’amante di suo padre e che Gianluca, il figlio di Irene, è suo fratello.

Mentre la vita sentimentale di Mina è in stallo, anche la sua convivenza con la madre sta per concludersi. Olga, infatti, parte inaspettatamente per un viaggio intorno al mondo e così Mina rimane sola, proprio nel momento cruciale in cui ha deciso di dare una seconda possibilità all’ex marito Claudio. L’arrivo della zia Rosa, però, spariglia di nuovo le carte in tavola e anche il ritorno dell’affascinante ginecologo Domenico promette di rendere la vita di Mina tutt’altro che semplice. 

MARE FUORI 3 

Da un’idea di Cristiana Farina
Scritto da Cristiana Farina, Maurizio Careddu
Con Carolina Crescentini, Carmine Recano, Lucrezia Guidone, Massimiliano Caiazzo, Matteo Paolillo, Valentina Romani, Nicolas Maupas, Artem, Domenico Cuomo, Serena De Ferrari, Nicolò Galasso, Kyshan Clare Wilson, Vincenzo Ferrera, Antonio De Matteo, Anna Ammirati
Regia di Ivan SilvestriniSerie in sei serate - Coming of age, drama
Mare Fuori 3 continua ad avere al centro l’adolescenza e tutte le scoperte che si fanno durante questa età difficile e magica allo stesso tempo. Una delle scoperte più sconvolgenti e signicative nella vita di ogni persona è quella dell’amore. Un sentimento che da bambini viene coltivato in famiglia, una famiglia che durante l’adolescenza diventa spesso un’àncora che ogni ragazzo desidera mollare per navigare da solo in mare aperto e trovare la propria personale rotta. Il motore di questa nuova direzione è spesso alimentato da un amore che non è quello filiale, ma quello passionale e totale per un’altra persona, sconosciuta sino a quel momento e improvvisamente necessaria come l’aria. Tutti i protagonisti si troveranno a sperimentare la potenza e la forza che sempre richiede un atto d’amore. Ogni detenuto affronterà la propria capacità di amare e verrà chiamato a compiere una scelta: lasciarsi travolgere, convinti che il proprio bene è anche quello dell’altro, o saper riconoscere che a volte lasciar andare chi si ama è il vero e unico atto d’amore possibile? 

NON TI PAGO

Tratto dalla commedia di Eduardo De Filippo
Scritto da Massimo Gaudioso, Edoardo De Angelis
Con Sergio Castellitto, Maria Pia Calzone, Pina Turco, Giovanni Ludeno, Gianluca Di Gennaro, Angela Fontana, Maurizio Casagrande
Regia di Edoardo De Angelis
Tv movie - Commedia
Non ti pago è il nuovo titolo della collection tratta dai capolavori di Eduardo De Filippo che impegna la Rai nel suo ruolo di Servizio Pubblico dedicato a custodire e rinnovare la memoria del nostro Paese. Ferdinando Quagliolo, gestore di un Banco Lotto, appassionato del gioco, ma eterno perdente, caccia di casa in malo modo Mario Bertolini, suo impiegato venuto in visita amorosa alla glia Stella e che, al contrario di Ferdinando, non fa che vincere. 

L’ultima vincita è addirittura una quaterna, combinazione fortunata ricevuta in sogno dal defunto padre di Ferdinando. Dopo disquisizioni con il parroco, Don Ra aele Console, e liti furiose con la famiglia, segnate per no da un colpo di pistola, Quagliolo cede il biglietto, ma nel farlo si reca davanti al ritratto del defunto padre e lancia un anatema: «Ogni volta che Bertolini tenterà di incassare la vincita, gli capiterà una disgrazia». Dopo una serie di incidenti, Bertolini decide di rinunciare al biglietto. Soddisfatto, Ferdinando “ritira” la maledizione e lascia che il suo sottoposto sposi Stella. La vincita così rimane in famiglia.

TUTTO PER MIO FIGLIO 

Scritto e diretto da Umberto Marino
Con Giuseppe Zeno, Antonia Truppo, Tosca D’Aquino
Tv movie - Civile
Raffaele Acampora non è un magistrato, un giornalista o un poliziotto; non è un personaggio importante. Raffaele Acampora è un uomo come tanti. Ha una moglie che ama, Anna, e quattro gli, di cui il più grande, Peppino, ha quattordici anni e come molti ragazzi della sua età comincia a cercare la sua strada nel mondo. Ma non è facile farlo quando vivi in un territorio dove le organizza- zioni criminali dettano legge. Raffaele è un allevatore che “fa” i mercati, mestiere che ha ereditato da suo padre. Tutti i giorni si sveglia prima dell’alba e percorre decine di chilometri per vendere gli animali che lui stesso ha allevato. Una vita dura, che però affronta a testa alta con il piglio di chi sa di far bene il suo lavoro. Purtroppo, però, i tentacoli della camorra non risparmiano nemmeno il suo settore. Ogni settimana Raffaele e i suoi colleghi sono vittime del racket criminale, che impone loro il pizzo e vessazioni di ogni tipo. Fino a quando Raffaele decide di ribellarsi. Fonda un sindacato e, con la sua forza d’animo contagiosa, convince i suoi colleghi ad aderirvi. Collabora con la polizia e la magistratura, denuncia, fa nomi. È consapevole del rischio che corre. Sa che Anna e i suoi familiari sono preoccupati per lui, ma ormai non può e non vuole tornare indietro. La camorra cerca in ogni modo di farlo smettere, prima con o erte e poi con minacce e intimidazioni. Ma Raffaele ha detto agli iscritti del sindacato che avrebbe difeso i loro interessi e ha una parola sola: quella che gli detta la coscienza con l’impegno di essere un esempio per Peppino. 

MAI PIÙ COME PRIMA 

Da un’idea di Maurizio de Giovanni
Scritto da Donatella Diamanti (head writer), Mario Cristiani, Giovanni Galassi, Fabrizia Midulla, Angelo Petrella, Tommaso Renzoni
Con Francesco Arca, Laura Adriani, Antonio Milo, Maria Pia Calzone, Arturo Muselli,
Raffaella Rea, Liliana Bottone, Mario Di Leva, Chiara Celotto, Amedeo Gullà, Angela Ciaburri, Claudia Tranchese
Regia di Monica Vullo
Una coproduzione Rai Fiction-Palomar, prodotta da Carlo Degli Esposti e Nicola Serra
Serie in otto serate - Poliziesco
La vita sorride ad Alessandro Scudieri, brillante Vice Questore in forza alla Mobile di Napoli: una moglie che ama, il primo figlio in arrivo, una carriera in crescendo, una banda insidiosa sulle cui tracce finalmente è riuscito a mettersi. Andrebbe tutto bene, se non fosse che a volte bisognerebbe non spingersi oltre i limiti stabiliti e s darli. La sua vita cambia per sempre quando viene coinvolto in una sparatoria insieme alla moglie Paola, giudice presso il Tribunale dei minori. Sarà il loro matrimonio a pagare il prezzo più alto e a spezzarsi: Paola, dopo avere scoperto che Alessandro stava seguendo di nascosto una pista e che è stata proprio questa indagine a metterli in pericolo, lo lascia. Catturare la banda, che si muove soprattutto nel sottosuolo, e riconquistare Paola diventano i suoi obiettivi e, per raggiungerli, sceglie una strada che sembra al contrario allontanarlo da entrambi: si trasferisce nell’Unità di Intervento, una squadra speciale che lavora solo dal tramonto all’alba. Imparando a districarsi nel mondo della notte, con le regole e le vite insolite che nasconde, Alessandro spinge la propria indagine no a capire che i malviventi stanno per portare a segno un colpo eccezionale. Come impedire che accada l’irreparabile e giocare d’anticipo? Possibile che nelle file della polizia si muova qualcuno che tenta di sabotarne le mosse? Servirà tutta la sua abilità per riuscire a far luce sui tanti misteri e riprendersi, forse, la propria vita. 

CINQUE PEZZI FACILI

In onda il sabato ore 22.00, dal 19 novembre

Da sabato 19/11 arrivano sul Servizio Pubblico Radiotelevisivo gli occhi di chi sa osservare il mondo, di chi ha il coraggio per osare, di chi mette in scena una scrittura mai banale. 

Gli occhi e le parole di Mattia Torre. Sotto la direzione artistica e la regia del Premio Oscar Paolo Sorrentinoè l’ora di Cinque Pezzi Facili, cinque opere di Torre messe in scena per il piccolo schermo. 

In scena i “suoi” attori: Valerio Mastandrea, Geppi Cucciari, Valerio Aprea, Massimo De Lorenzo, Cristina Pellegrino, Carlo Ruggieri, Giordano Agrusta a servizio dei cinque piccoli  film che uniscono il genio teatrale di Mattia Torre e lo sguardo di Paolo Sorrentino.

SOPHIA!

Un racconto che attraversa tutti gli aspetti della vita di Sophia Loren: il cinema, lo spettacolo, la vita privata, i trionfi , le sfide, le sofferenze. 

Si racconterà la nascita di una stella, la costruzione di un archetipo cinematogra co, cercando di regalare un pro lo inedito dell’attrice e della donna. Sono numerosi gli snodi narrativi: l’infanzia durante la Guerra a Napoli, lafamiglia amatissima, la mamma Romilda, gli esordi a Cinecittà, i trionfi di Hollywood, il grande amore con Carlo Ponti. 

Dagli esordi  fino agli ultimi successi, il mito si cristallizza nella ragazza di Pozzuoli diventata diva. La  Loren si fa icona, assurge a simbolo e diventa come un punto luminoso nella costellazione dei grandi. 

Il racconto coinvolgerà alcune delle attrici contemporanee più interessanti a cui chiederemo di rapportare la propria esperienza di donna e di attrice a passaggi della vita professionale e privata che anche la Loren ha vissuto, pur in tempi e circostanze molto diversi.

MAGNIFICI QUATTRO DELLA RISATA

Il documentario parte da quello che accadde nel 1994, scelta cruciale per raccontare questa storia. 

Nel 1994 Verdone colse il suo più grande successo di pubblico e d’incassi con “Viaggi di Nozze”; Benigni realizzò “Il Mostro”, ultimo  lm prima de “La vita è bella”, una svolta nella sua carriera; Massimo Troisimorì dopo aver prodotto e interpretato “Il Postino”; Francesco Nuti, con “Occhio Pinocchio”,  lm ambizioso e costoso, scivolò in un clamoroso insuccesso da cui non si risollevò mai più. 

A partire da questi avvenimenti, il documentario “I magni ci quattro della risata” cercherà di raccontare il percorso di Roberto Benigni, Francesco Nuti, Massimo Troisi e Carlo Verdone per scoprire, nel  lo comune della comicità, i segreti dietro alle gag più famose, come avveniva la scrittura dei  lm, quanta capacità d’improvvisazione c’era sui set e le differenze e le specificità di ognuno dei quattro.

LE ULTIME PAROLE DEL BOSS

Antonio Mattone, scrittore, giornalista e portavoce della Comunità di Sant'Egidio di Napoli si mette alla ricerca della verità sulla morte di Giuseppe Salvia, vicedirettore del carcere di Poggioreale, ucciso nel 1981 perché faceva il suo dovere in un momento in cui ciò significava essere un’eccezione e macchiarsi di un’onta, specie quando si trattava di far rispettare le regole in un carcere, come quello di Poggioreale, dove a comandare non erano le istituzioni.

Venne ucciso mentre si recava al lavoro alla guida della sua utilitaria, senza scorta e dopo che la domanda di trasferimento per motivi di sicurezza gli era stata negata. Solo qualche mese prima era tornato a casa con gli occhiali rotti a causa di uno schiaffo ricevuto dal boss della camorra Raffaele Cutolo, una verità che non aveva avuto il coraggio di rivelare alla moglie e che già lasciava intuire la sua imminente  fine.

SING SING SING 

Conduce: Stefano De Martino
In onda il lunedì dal 26 settembre al 31 ottobre 

Una grande prima serata musicale, ricca di giochi e performance, in cui intrattenimento, varietà e game si fondono, debutterà nella prima serata di
Rai 2 dal 26 settembre. Si tratta di Sing Sing Sing, riadattamento italiano dell’omonimo format che 

ha conquistato l’America, che sarà condotto da Stefano De Martino. Sing Sing Sing è l’evoluzione del game show musicale, che viene arricchito da momenti di intrattenimento e spettacolo, il tutto con toni da feel good comedy. In ogni puntata gareggeranno alcuni personaggi famosi che, divisi in due squadre, dovranno cimentarsi in una serie di performance live canore e in altri giochi in un clima di grande divertimento e allegria. In America il programma è andato in onda con grande successo su NBC, condotto da Jimmy Fallon. 

BAR STELLA

Conduce: Stefano De Martino

In onda dal 22 novembre il martedì, mercoledì e giovedì no al 29 dicembre

Il Bar Stella è un luogo storico realmente esistito per circa un secolo, dal 1920, in una grande piazza di Torre Annunziata, vicino Napoli, paese natale di Stefano De Martino.

Con un cast  fisso composto dal gestore Stefano De Martino, il barista, il fornitore, il comico, la band, lo scrittore, il nobile, l’opinionista, il fotografo, l’amministratore di condominio (tutti personaggi scelti tra artisti/attori del mondo dello spettacolo), si vuole ricreare la stessa atmosfera piena di racconti, aneddoti, chiacchiere tra amici, personaggi caricaturizzati. Lo studio che ricostruisce un “vero” bar, è arredato con molti elementi riconoscibili del- le varie epoche: la macchina del caffè con i bracci in metallo, il  flipper elettromeccanico, il juke box, una vecchia “cupola anti rumore” con all’interno il telefono a gettoni...

Giovanni Salzano
Author: Giovanni Salzano
Esperto di social media management, cura la rubrica di opinione Società.

Pin It
Image

CHI SIAMO


Napoliclick è il portale cittadino di notizie e opportunità promosso dal gruppo di imprese sociali Gesco. Napoliclick seleziona e approfondisce opportunità ed eventi con un approccio critico, attento alla sostenibilità economica, al rispetto per l’ambiente, al consumo responsabile e solidale, al benessere, alla salute, alla buona cucina..
DOVE SIAMO

Sede centrale:
Presso Gesco - Gruppo di Imprese Sociali
Via Vicinale S. Maria del Pianto, 36 complesso polifunzionale Inail
Torre 1, 9° piano - 80143 Napoli
ISCRIZIONE NEWSLETTER

Abilita il javascript per inviare questo modulo