Lunedì, 28 Novembre 2022

Paolo Siani, candidato alle elezioni 2022: “Vigileremo sull’utilizzo dei fondi Pnrr per il Sud”

Deputato uscente, Paolo Siani si ricandida alle prossime elezioni come “indipendente” nelle file del Pd, con un programma molto incentrato sul tema dei diritti dei bambini e delle famiglie, in primis quello alla scuola. In particolare, lo sguardo è rivolto ai fondi Pnrr (Piano nazionale ripresa resilienza) per il Sud: “Per una volta i fondi ci sono – spiega Siani, che nella vita fa il pediatra – ma c’è bisogno che in Parlamento qualcuno vigili sul loro reale utilizzo, per fare in modo non soltanto che non cambino gli importi ma soprattutto che non si verifichi un gap tra investimenti e gestione degli stessi. Insomma gli enti locali devono essere messi in condizioni di poterli utilizzare nella pratica, senza sprecare nemmeno un euro”.

Come mai ha scelto di ricandidarsi?

Per riuscire a realizzare una serie di cose messe in campo nella scorsa legislatura, alcune delle quali non hanno avuto un esito, semplicemente perché il Governo è caduto prima. Penso ad esempio alla legge sulle mamme detenute con figli a seguito, che era stata votata all’unanimità alla Camera, quindi con tutta probabilità sarebbe passata anche al Senato. La legge propone che nel caso di donne che non abbiano compiuto reati gravi, anziché il carcere attenuato per loro e per i loro piccoli, si potrebbe prevedere una collocazione in case famiglia, evitando così i danni gravissimi che, soprattutto per bambini molto piccoli, potrebbe arrecare la vita in carcere. Si tratta di una proposta importantissima che parte dal presupposto che naturalmente i figli delle detenute sono innocenti e non può quindi ricadere su di loro il peso delle pene delle madri.

Lei è sempre stato molto impegnato su temi che riguardano bambini, persone con disabilità, povertà educativa…Quali altre battaglie porterete avanti?

Le principali battaglie riguardano l’infanzia, l’adolescenza e le famiglie. Ci batteremo per rendere la scuola materna universale, quindi pubblica, gratuita e di qualità per tutti gli italiani. Questo perché è stato dimostrato che anche un anno di scuola pre-primaria migliora le performance dei bambini sul breve ma anche sul lungo periodo. Stesso discorso vale per la scuola dell’infanzia: bisogna ridurre il gap tra Nord e Sud per quanto riguarda il numero e la qualità degli asili nido. Ci sono quasi 5miliardi destinati agli asili nidi, il 40% per le regioni del Sud, che devono avere le stesse opportunità del Nord. Il problema ora non sono le risorse ma chi deve vigilare all’interno del Parlamento sul loro reale utilizzo. Il fatto è che il Pnrr finanzia l’opera ma non la gestione, quindi il rischio è che le strutture ci saranno ma mancherà il personale per gestirle. I comuni devono essere messi in condizioni di poter spendere questi soldi.

Cosa pensa del Reddito di Cittadinanza?

Lo abbiamo votato e che sia servito è fuori dubbio, ha salvato tante famiglie, ma non si può pensare di dipendere dal reddito, bisogna attivarsi per costruire politiche attive per il lavoro. Sono certo che tutti quelli che lo percepiscono vogliano lavorare. Un’altra conquista importante della scorsa legislatura è stata l’assegno unico per i figli, diventata legge dello stato: si tratta di un sostengo importante per le famiglie; è ovvio che non basta perché, contestualmente, bisogna potenziare i servizi per l’infanzia.

Che futuro si augura e augura al nostro paese?

Mi auguro che il nostro paese resti unito e solidale, chi è più forte, come le regioni più ricche, deve aiutare chi è in difficoltà. Il Nord deve dare una mano al Sud, non può essere altrimenti.

Maria Nocerino
Author: Maria Nocerino
Sociologa e giornalista pubblicista, è specializzata nel giornalismo sociale. Collabora con l’agenzia di stampa Redattore Sociale e con il quotidiano Roma per le pagine della Cronaca.

Pin It
Image

CHI SIAMO


Napoliclick è il portale cittadino di notizie e opportunità promosso dal gruppo di imprese sociali Gesco. Napoliclick seleziona e approfondisce opportunità ed eventi con un approccio critico, attento alla sostenibilità economica, al rispetto per l’ambiente, al consumo responsabile e solidale, al benessere, alla salute, alla buona cucina..
DOVE SIAMO

Sede centrale:
Presso Gesco - Gruppo di Imprese Sociali
Via Vicinale S. Maria del Pianto, 36 complesso polifunzionale Inail
Torre 1, 9° piano - 80143 Napoli
ISCRIZIONE NEWSLETTER

Abilita il javascript per inviare questo modulo